alimenti lightGli alimenti light sono sempre più diffusi e utilizzati dai consumatori che leggendo questa dicitura sui cibi e le bevande, sono attratti nell’acquisto di un prodotto ritenuto a basso impatto calorico che possiede inoltre lo stesso gusto dell’alimento non light.
Effettivamente i prodotti dietetici o alimenti light, possiedono meno calorie rispetto ai prodotti equivalenti tradizionali. Secondo le normative vigenti gli alimenti light devono contenere il 25-30% in meno di calorie rispetto al prodotto di riferimento.
Chiaramente tutto ciò è un toccasana per il consumatore che non vuole privarsi del gusto di alcuni prodotti, di per sé contenenti un quantitativo di calorie derivanti soprattutto da zuccheri semplici e grassi, già molto elevato. Consumando gli alimenti light si cerca perciò di non rinunciare a ciò che piace abbassando il quantitativo di calorie che si assumono.
C’è da sottolineare come però per bilanciare la riduzione di zuccheri e grassi, vengono inseriti negli alimenti light delle sostanza come: additivi aromatizzanti, conservanti, emulsionanti, ecc…
In sostanza gli alimenti light subiscono una variazione nella composizione chimica, con lo scopo di ridurre il contenuto calorico, gli zuccheri sono sostituiti dai dolcificanti come: la saccarina, l’aspartame e la ciclamina; il quantitativo di grassi viene ridotto aumentando il contenuto di acqua del prodotto.
Insomma si cerca di manipolare alcuni alimenti, con l’obiettivo di fornire delle alternative che possono sembrare più sane e adatte, a tutte le persone che desiderano perdere peso senza troppe rinunce.
Il consumo di questi alimenti light secondo gli ultimi dati cresce ogni anno di circa il 10%, per questo sono sempre di più le aziende che producono una linea di prodotti definiti dietetici, molto spesso che hanno un costo più alto del 10-30% rispetto a quello convenzionale, pur contenendo elementi addizionali di basso costo come dolcificanti o acqua.

Pro e contro degli alimenti light

Come abbiamo già sottolineato il business delle aziende è sicuramente l’elemento più importante anche in questo caso, cerchiamo però di vedere quali sono i pro e i contro degli alimenti light.
CALORIE
Assumere meno calorie può essere considerato un vantaggio, anche se negli ultimi anni si tende a dare più importanza all’impatto che gli alimenti hanno sull’organismo, più che alle calorie che contengono. In questo senso si può però rischiare di consumare più alimenti light pensando in ogni caso di avere un impatto ridotto sulla linea. Senza contare le distorsioni che si possono fare in questo senso, ad esempio alcuni dessert possono contenere meno calorie, limitando il quantitativo di grassi a favore di quello degli zuccheri.
Bisogna poi considerare come in alcuni prodotti dietetici vengano introdotti elementi poco utili a livello nutrizionale, con il solo scopo di ridurre le calorie.
DOLCIFICANTI
I dolcificanti sono addizionati a molti alimenti light o bevande, gli scaffali dei supermercati sono pieni di queste ultime, dove nell’etichetta viene messo in evidenza come si possa consumare un prodotto contenente 0 calorie. Il rischio in questo caso è quello di avere un uso smodato che abitua al sapore di dolce, oltre al fatto che in alcuni casi è presente come dolcificante l’aspartame un elemento sul quale non si è fatta ancora completamente chiarezza, specie sull’effetto che può avere sulla salute se assunto in quantità elevate.
COSTI
Come già detto gli alimenti light possono costare anche il 30% in più rispetto allo stesso prodotto non light, questa maggiorazione viene attribuita al costo di lavorazione, infatti gli elementi che vanno ad essere inseriti sono a basso costo. Tutto ciò può essere uno svantaggio dato che si possono spendere più soldi per fare la spesa, limitando magari l’acquisto di prodotti più utili a livello nutrizionale.
SALUTE
Assumere meno calorie, zuccheri e grassi attraverso gli alimenti light può essere un vantaggio per la salute, anche se non sono gli unici elementi fondamentali per dimagrire e ridurre i rischi verso alcune malattie, possono certamente limitare l’eccesso di peso ch’è un elemento di rischio per le malattie cardiovascolari.
C’è però da dire che gli alimenti light possiedono un profilo nutrizionale più basso rispetto a quelli convenzionali, nei latticini light ad esempio viene utilizzato il latte scremato in cui il contenuto di vitamina A ed E è molto ridotto.
ETICHETTE
E’ molto importante leggere con attenzione le etichette degli alimenti per capire quali elementi contengono, molto spesso ci possono essere dei messaggi ingannevoli negli slogan riportati, per invogliare chiaramente all’acquisto. Ridotto contenuti di zuccheri può far pensare ad esempio che il prodotto sia più sano e leggero, in alcuni casi però non è così, infatti se il contenuto di zuccheri è più basso e quello di grassi più alto, il prodotto non è più da considerarsi dietetico.
Alla luce di quanto detto, possiamo concludere dicendo che forse è un po’ un’illusione quella di dimagrire o rimanere in linea assumendo alimenti light, la salute e la corretta composizione corporea si costruiscono basandosi su ben altri principi!

Trasforma la tua passione per il Fitness in una Professione! Iscriviti al Corso di Personal Trainer >>

La Società Sportiva Dilettantistica Accademia Italiana Personal Trainer – AIPT a R.L. è affiliata all’ASI (Associazioni Sportive Sociali Italiane), ente nazionale di promozione sportiva riconosciuto dal CONI e dal Ministero dell’Interno ed è iscritta al n. 216235 del registro nazionale CONI. Il Diploma e il Tesserino Tecnico Nazionale rilasciati al termine dei Corsi Personal Trainer sono validi su tutto il Territorio Nazionale. Sede legale: Via Alfredo Fusco n. 118, 00136 Roma – tel. 800 910 269 email: info@aipersonaltrainer.com pec: aipt@messaggipec.it P.I. 14143901008 - C.F. 97754410583

CHIAMA ORA
Facebook
>
Twitter
  • Scopriamo il #bicipitebrachiale #aipt #workout https://t.co/PcTDyJtFrB https://t.co/Uhbywe511M
    3 mesi Ago
SEGUICI SUI SOCIAL
Iscriviti alla Newsletter