28
05
2017

Ottimizzazione ormonale e dimagrimento

Scritto da: Redazione Aipt 0

blog_2Questa settimana parliamo di ottimizzazione ormonale per ottenere un dimagrimento corretto, nelle scorse settimane abbiamo visto l’importanza che hanno altri due elementi in questo senso: apporto calorico e approccio nutrizionale.
La produzione di alcuni ormoni è strettamente correlata con la mobilizzazione o il deposito di tessuto adiposo. In particolare il GH e il testosterone favoriscono la lipolisi, la produzione di quest’ultimi viene ottimizzata dagli ormoni tiroidei.
Al contrario un’eccessiva secrezione di cortisolo favorisce il deposito di tessuto adiposo e il catabolismo muscolare (Raastad et. al., 1998).
Le catecolamine e il glucagone se secreti massicciamente oltre a favorire la lipolisi, determinano anche un effetto catabolico.
È perciò necessario per ottenere un dimagrimento corretto, l’ottimizzazione ormonale, in modo da favorire la lipolisi e al contempo evitare un indesiderato catabolismo muscolare.
Per ottenere ciò è importante quindi mantenere un’adeguata secrezione di GH, testosterone e ormoni tiroidei, limitando la secrezione di catecolamine, glucagone e cortisolo.

Ottimizzazione ormonale strategie corrette

L’ottimizzazione ormonale del GH viene favorita da un’alimentazione basata su un’adeguata introduzione di proteine e carboidrati a basso indice glicemico; quella di testosterone dall’assunzione di una certa quota di grassi che non dovrebbe essere inferiore al 30% delle calorie introdotte quotidianamente; per mantenere un buon metabolismo tiroideo è necessario assumere 5-6 pasti al giorno, evitando di ridurre troppo le calorie rispetto al quantitativo necessario.
Per evitare che la produzione di catecolamine, glucagone e cortisolo si impenni, bisognerà evitare: di assumere troppe poche calorie quotidianamente, escludere quasi del tutto i carboidrati e far trascorrere troppo tempo tra un pasto e l’altro.
L’allenamento anche se non ha un ruolo fondamentale come l’alimentazione nell’ottimizzazione ormonale per il fine dimagrante, permette comunque di mantenere un’adeguata secrezione di ormoni anabolici e lipolitici (testosterone e GH), contribuendo in questo modo a favorire il mantenimento di buoni livelli di massa muscolare e la lipolisi.
C’è però da sottolineare che questo si ottiene principalmente se si eseguono allenamenti con sovraccarichi di breve durata non troppo frequenti, se ci si limita ad eseguire quotidianamente durante un regime alimentare ipocalorico, le tanto consigliate sedute di cardiotraining in soglia ”brucia grassi”, si favorirà per lo più il catabolismo muscolare con un modesto effetto lipolitico.
L’ottimizzazione ormonale come visto è un fattore determinante per ottenere un dimagrimento corretto, gli ormoni sono delle sostanze prodotte dall’organismo per agire su tutti i tessuti, una produzione ormonale equilibrata garantisce non solo di avere un effetto dimagrante, ma anche di ottenere uno stato di omeostasi generale.

Trasforma la tua passione per il Fitness in una Professione! Iscriviti al Corso di Personal Trainer >>

L’Accademia Italiana Personal Trainer – AIPT è affiliata all’ASI (Associazioni Sportive Sociali Italiane), ente nazionale di promozione sportiva riconosciuto dal CONI e dal Ministero dell’Interno. Il Diploma e il Tesserino Tecnico Nazionale rilasciati al termine dei Corsi Personal Trainer sono validi su tutto il Territorio Nazionale.

CHIAMA ORA
News
Facebook
>
Twitter
  • Iscrizioni chiuse per esaurimento dei posti per il corso base milano https://t.co/bGbAS5Yv8t
    2 settimane Ago
SEGUICI SUI SOCIAL
Iscriviti alla Newsletter

Copyright Aipt © 2017 | Codice Fiscale: 97754410583 · Registro nazionale CONI: 216235