17
09
2017
distensioni-impugnatura-stretta

Distensioni impugnatura stretta

Scritto da: Redazione Aipt 0

Le distensioni impugnatura stretta, sono l’esercizio composto più importante per allenare la muscolatura che estende il gomito, in sinergia con quella della spalla e pettorale.
Pur essendo un esercizio tra i più conosciuti ed eseguiti in palestra, le distensioni impugnatura stretta sono nella maggior parte dei casi mal interpretate.
Si tende infatti molto spesso ad eseguirle con un’impugnatura troppo stretta nel tentativo di aumentare il lavoro del muscolo tricipite brachiale, si vedono infatti molte persone usare una presa del bilanciere con una distanza molto ridotta tra le due mani.
E’ importante invece sottolineare come nelle distensioni impugnatura stretta, la distanza tra le due mani deve essere quella più confortevole possibile e biomeccanicamente corretta, vale a dire che si adatta alle caratteristiche strutturali del soggetto. Per questo la distanza tra le due mani nelle distensioni impugnatura stretta deve essere quella che permette di avere gli avambracci perpendicolari al terreno con braccia adiacenti al corpo, quindi come la larghezza del torace.
Per questo motivo la distanza tra le due mani nelle distensioni impugnatura stretta sarà differente per ogni persona, dato che è la larghezza del torace la variabile che si deve tenere in considerazione.
In questo modo oltre ad aumentare il ROM e di conseguenza il coinvolgimento muscolare, si preserva l’integrità di polso e gomito che assumono una posizione più corretta e per questo non saranno sovraccaricati.

Distensioni impugnatura stretta muscoli coinvolti

I muscoli coinvolti nelle distensioni impugnatura stretta sono in ordine di importanza: il tricipite brachiale, il deltoide nei suoi fasci anteriori e il grande pettorale.

Modalità d’esecuzione

Ci si posiziona supini su una panca orizzontale, impugnando un bilanciere in modo tale che durante la parte finale della fase eccentrica dell’esercizio le braccia si trovino adiacenti al corpo.
Dalla posizione in cui le braccia sono distese, si effettua una fase eccentrica in cui il bilanciere viene portato lentamente verso la parte bassa del torace, mantenendo i gomiti vicini al corpo.
Nella fase concentrica il bilanciere viene riportato alla posizione di partenza attraverso un movimento di distensione.

Note aggiuntive

Particolare attenzione durante l’esercizio all’allineamento del rachide lombare, che nella fase eccentrica potrebbe andare in iperlordosi.
Nella fase concentrica delle distensioni impugnatura stretta è importante espirare, in quella eccentrica inspirare.

Trasforma la tua passione per il Fitness in una Professione! Iscriviti al Corso di Personal Trainer >>

L’Accademia Italiana Personal Trainer – AIPT è affiliata all’ASI (Associazioni Sportive Sociali Italiane), ente nazionale di promozione sportiva riconosciuto dal CONI e dal Ministero dell’Interno. Il Diploma e il Tesserino Tecnico Nazionale rilasciati al termine dei Corsi Personal Trainer sono validi su tutto il Territorio Nazionale.

CHIAMA ORA
News
Facebook
>
Twitter
  • Iscrizioni chiuse per esaurimento dei posti per il corso base milano https://t.co/bGbAS5Yv8t
    2 settimane Ago
SEGUICI SUI SOCIAL
Iscriviti alla Newsletter

Copyright Aipt © 2017 | Codice Fiscale: 97754410583 · Registro nazionale CONI: 216235