loghi
numero verde whatsapp
loghi
numero verde whatsapp
14
09
2022
crossfit-news-aipt

CrossFit come impostare l’allenamento

Scritto da: Redazione Aipt 0

Il CrossFit permette di aumentare le prestazioni, rendendo il soggetto allenato più forte e resistente, favorisce inoltre un miglioramento della composizione corporea.
Impostato in maniera corretta e adattato in base al livello di preparazione, è un approccio allenante in grado di portare i benefici propri dell’attività fisica ad alta intensità, con miglioramento della performance e della massa magra a discapito di quella grassa.

Nel corso degli anni il CrossFit è passato da essere un allenamento eseguito solo da atleti o soggetti molto allenati, a quello che è oggi, vale a dire una forma di attività fisica se ben programmata adatta anche per i neofiti.
Alla base c’è proprio questo concetto, l’allenamento se ben impostato può essere adattativo e non pericoloso per tutti gli individui che lo praticano.

Uno dei falsi miti però da sfatare che non riguarda solo il CrossFit, ma tutte le attività fisiche svolte, è che non si ottengono addominali scolpiti solo con l’allenamento.
In molti si avvicinano a questa tipologia di attività, proprio con l’idea che sia più indicata per ottenere il massimo dimagrimento senza seguire un’alimentazione adeguata.
Come già detto più volte, non ci stancheremo mai di ripeterlo, gli addominali si fanno a tavola e non in palestra!!!

Come impostare una scheda di CrossFit

Il primo elemento alla base della programmazione nel CrossFit è l’alta intensità, attraverso un alto impegno neuroendocrino e cardiorespiratorio, favoriti dall’utilizzo di carichi di lavoro che permettono di avere un’elevata tensione meccanica.

In questo punto è una tipologia di allenamento che differisce da quelli ad alta intensità, dove l’impegno cardiorespiratorio e neuroendocrino, non vanno di pari passo con i carichi di lavoro utilizzati.

Nelle schede di CrossFit molti tendono a fare l’errore di inserire troppi esercizi nella routine, creando in questo modo una scarsa specializzazione dell’esercizio.
È probabilmente meglio optare su una scelta di pochi esercizi, che siano in grado di stimolare e impegnare al massimo l’organismo, per ottenere una risposta di forza e specializzazione del gesto più completa.

Per ottenere degli obiettivi a 360° nel CrossFit si cerca di variare gli stimoli nel corso dei WOD, nei quali si può lavorare sulla forza, sulla resistenza lattacida e su quella aerobica.
In questo modo si tende ad avere una risposta adattativa completa, senza inoltre andare incontro a troppe fasi di plateau.

Anche i tempi di lavoro nelle schede di CrossFit devono variare, per fornire il massimo livello di performance.
Negli allenamenti di forza i tempi di lavoro possono essere più alti per la maggior durata delle pause, in quelli di resistenza dove le pause sono ridotte, pur mantenendo l’intensità elevata, il tempo di lavoro per allenamento sarà inferiore.

Trasforma la tua passione per il Fitness in una Professione! Iscriviti al Corso di Personal Trainer >>
Call Now Button
×