08
05
2019
aminoacidi-essenziali

Aminoacidi essenziali e BCAA

Scritto da: Redazione Aipt 0

Gli integratori a base di aminoacidi essenziali e BCAA negli ultimi anni sono stati molto valorizzati, le motivazioni sono molteplici, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza in merito.
Partiamo dal concetto che le proteine sono costituite da unita semplici, dette aminoacidi (AA) che legandosi fra loro e ad altre molecole, formano catene con una struttura più o meno complessa che ne determina le caratteristiche chimico-fisiche e funzionali. Le proteine costituiscono circa il 15-20% dell’organismo umano; dei 20 diversi aminoacidi necessari per la sintesi delle varie proteine corporee, solo 8 sono gli aminoacidi essenziali (leucina, isoleucina, valina, lisina, triptofano, metionina, fenilalanina, treonina).
Gli aminoacidi essenziali sono un elemento fondamentale, perché l’organismo umano non è in grado di sintetizzarli e quindi devono essere introdotti attraverso la dieta. Al contrario, gli altri aminoacidi, non essenziali, possono essere sintetizzati partendo da altre molecole. Tutti i 20 aminoacidi essenziali e non essenziali, sono indispensabili all’organismo in quanto rappresentano l’unica fonte di azoto (N) utilizzabile metabolicamente.
Negli anni è stata data molta importanza all’assunzione sotto forma di integratore, di solo alcuni aminoacidi essenziali come i BCAA e tra quelli nono essenziali di glutammina.

Aminoacidi Essenziali e BCAA Evidenze Scientifiche

Attraverso alcuni studi, si è evidenziato come l’assunzione di alcuni aminoacidi essenziali e non di un pool completo, sia meno efficace per promuovere la sintesi proteica (Bucci et al., 1992; Kreider et al., 1990).
Secondo alcune ricerche l’assunzione di aminoacidi essenziali può regolare la secrezione dell’ormone somatotropo e dell’insulina (Bucci et al.,1990; Jacobson, 1990); per questo motivo gli aminoacidi vengono assunti dagli atleti con lo scopo di incrementare la capacita anabolica dell’organismo. Altri studi hanno, invece evidenziato che non vi sono differenze dei livelli ormonali con o senza l’assunzione di miscele o di singoli aminoacidi (Fogelholme et al., 1993; Lambert et al.,1993).
Aminoacidi, come la glutammina o l’acido aspartico, vengono assunti dagli sportivi, perché potrebbero migliorare lo smaltimento dell’ammoniaca durante l’attività fisica.
Gli aminoacidi ramificati, valina leucina e isoleucina, sono tra quelli più frequentemente assunti dagli atleti, come integratori per migliorare le prestazioni di forza e di durata in quantità che vanno da 0,1 a 0,25 g/kg p.c.
Per questi aminoacidi è stato ipotizzato un ruolo anabolizzante, stimolante della sintesi proteica (Carli et al.,1992) ed energetico. In effetti il muscolo ha la capacita di deaminarli (prevalentemente la leucina) e di utilizzare il gruppo amininico così ottenuto per la sintesi di altri aminoacidi, in particolare l’alanina (legando il gruppo aminico all’acido piruvico); l’alanina formatasi viene prelevata dal circolo ematico e trasferita al fegato dove viene utilizzata per la gluconeogenesi. Tuttavia secondo altri studi l’assunzione di aminoacidi ramificati sotto forma di integratore alimentare, non modifica la prestazione in maniera evidente, anche perché un’alimentazione adeguata variata e sufficientemente proteica, è in grado di fornire quantità più che sufficienti di ramificati (Mitchell et al., 1993; Moukarzel et al., 1993; Sumiski et al., 1993).
Un’altra ipotesi formulata a proposito degli aminoacidi ramificati, è quella che questi possano ritardare l’insorgenza della fatica centrale durante l’esercizio di durata.
Tuttavia, le variabili implicate nel complesso meccanismo dell’insorgenza della fatica durante l’esercizio sono moltissime, gli studi condotti hanno fornito pareri molto contrastanti riguardo a questo argomento.
Alla luce di quanto riportato, si può dire che a livello scientifico non è stato evidenziato un reale beneficio nell’assunzione di aminoacidi essenziali e BCAA, per il miglioramento della performance atletica o della sintesi proteica, quando si segue un regime nutrizionale adeguato dal punto di vista calorico e proteico.

Trasforma la tua passione per il Fitness in una Professione! Iscriviti al Corso di Personal Trainer >>

La Società Sportiva Dilettantistica Accademia Italiana Personal Trainer – AIPT a R.L. è affiliata all’ASI (Associazioni Sportive Sociali Italiane), ente nazionale di promozione sportiva riconosciuto dal CONI e dal Ministero dell’Interno ed è iscritta al n. 216235 del registro nazionale CONI. Il Diploma e il Tesserino Tecnico Nazionale rilasciati al termine dei Corsi Personal Trainer sono validi su tutto il Territorio Nazionale. Sede legale: Via Alfredo Fusco n. 118, 00136 Roma – tel. 800 910 269 email: info@aipersonaltrainer.com pec: aipt@messaggipec.it P.I. 14143901008 - C.F. 97754410583

Facebook
>
Twitter
  • Concluso il #CorsoPersonalTrainer #AIPT a #Milano e #Roma 😀 https://t.co/O3GkqaudMb
    6 giorni Ago
SEGUICI SUI SOCIAL
CONTATTACI SU WHATSAPP